Scuderie del Quirinale: Raffaello a Roma

In occasione della straordinaria mostra che si terrà alle Scuderie del Quirinale dal 5 Marzo al 2 Giugno 2020, è stato raccolto un vastissimo corpus di opere di mano di Raffaello. Oltre 200 opere, tra dipinti e disegni, per una raccolta di sue creazioni mai viste al mondo tutte insieme. L’esposizione, che trova ispirazione particolarmente nel fondamentale periodo romano di Raffaello e che lo consacrò quale artista di grandezza ineguagliabile e leggendaria, racconta con ricchezza di dettagli tutto il complesso e articolato percorso creativo. Ne faranno parte creazioni amatissime e celebri in tutto il mondo, quali, solo per fare alcuni esempi, la Madonna del Granduca  e la Velata delle Gallerie degli Uffizi, la Santa Cecilia dalla Pinacoteca di Bologna, la Madonna Alba dalla National Gallery di Washington, il Ritratto di Baldassarre Castiglione e l’Autoritratto con amico del Louvre, la Madonna della Rosa dal Prado…

Oltre alla mostra di Raffaello, visiteremo anche Villa Farnesina, nobile e armoniosa dimora voluta da Agostino Chigi. Per le decorazioni delle sue sale furono chiamati i maggiori artisti dell’epoca, fra i quali Raffaello. I dipinti e gli affreschi del maestro e dei suoi allievi che si trovano nella Loggia di Psiche, nella Sala di Galatea, nel Salone delle Prospettive e nella Camera da Letto fanno di questa residenza un vero piccolo gioiello rinascimentale.

Proseguiremo con la visita della Basilica di Santa Maria in Trastevere, che fu probabilmente il primo luogo ufficiale di culto cristiano edificato a Roma e sicuramente il primo dedicato al culto della Vergine. Nel pomeriggio visiteremo il Mausoleo di Santa Costanza, uno dei caposaldi dell’architettura tardoantica. Fra i primi esempi conservati di edificio cristiano a pianta centrale con ambulacro. Inseguito ci recheremo a Santa Agnese Fuori le Mura,  che fu edificata nel 324, per volere di Costanza, figlia dell’imperatore Costantino, sopra le rovine di un cimitero e delle catacombe che accoglievano i resti della Santa. Fu ricostruita su commissione di papa Onorio I ed in
seguito fu più volte restaurata. E’ uno degli esempi più integri ed insigni di antica basilica cristiana.

L’ultimo giorno avremo l’ingresso al Domus di Palazzo Valentini, suggestivo percorso tra i resti di Domus Patrizie di età imperiale, appartenenti a potenti famiglie dell’epoca, con mosaici, pareti decorate, pavimenti policromi.
Grazie ad un intervento di valorizzazione curato da Piero Angela e da un’équipe di tecnici ed esperti hanno dato vita alle testimonianze del passato attraverso ricostruzioni virtuali, effetti grafici e filmati.
Proseguimento delle visite con la Chiesa di Santa Maria Antiqua che rappresenta un unicom. Non tanto per essere uno  straordinario esempio di sincretismo architettonico fra il mondo pagano e quello cristiano, quanto per essere “un sorta di fossile della pittura altomedievale”.

VOLANTINO

Per info e prenotazioni: AGENZIA VIAGGI SANTERNO 

Condividi la notizia: